Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Pensioni e sicurezza sociale

Informazioni generali
La procedura per il perfezionamento delle pratiche di pensione in convenzione italo-argentina (Portale INPS) viene effettuata gratuitamente attraverso gli Enti di Patronato riconosciuti dalla Legge italiana e non è quindi necessario l’intervento di avvocati, procuratori o intermediari, che risulta oneroso e non riduce i tempi per l’ottenimento del beneficio.

Certificato di esistenza in vita – 2023
Si informa che l’INPS ha comunicato l’avvio della campagna di verifica dell’esistenza in vita dei pensionati residenti all’estero.
La campagna si svolge a partire dal corrente mese di marzo e fino al 18 luglio 2023.
Questo Consolato Generale mette a disposizione degli utenti la possibilità di svolgere la suddetta verifica tramite videochiamata, da prenotare inviando una email all’indirizzo: rosario.pensioni@esteri.it. Nella richiesta, sarà necessario allegare il modulo inviato da Citibank compilato in ogni sua parte e firmato dall’interessato, oltre a una copia del DNI del richiedente. Dovrà, inoltre, essere indicato un numero di telefono cellulare che verrà utilizzato dal personale del Consolato per effettuare la videochiamata.
Si ricorda che rimane sempre prevista la possibilità di verificare l’esistenza in vita del pensionato tramite modalità presenziale, recandosi presso la Sede di questo Consolato Generale (Montevideo 2182) dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:30 alle ore 11:30. In questo caso, l’interessato dovrà presentarsi con il formulario inviato da Citibank compilato e firmato e il DNI.

 

Pensione di vecchiaia – di anzianità – di invalidità civile
Maggiori informazioni sul sito web dell’I.N.P.S. [cliccare qui]

Assegno Sociale
Non hanno diritto all’assegno sociale né alla pensione per invalidità civile i cittadini italiani che risiedono all’estero, ed è illegale riscuoterlo tramite un procuratore in Italia.
L’Ufficio Pensioni controlla l’esistenza di tali pensioni che sono tempestivamente segnalate all’ufficio I.N.P.S. competente territorialmente per la sospensione e per l’ulteriore recupero delle somme indebitamente riscosse.
Maggiori informazioni sul sito web dell’I.N.P.S. [cliccare qui]